Home / Altro / Come agire contro le punture di Medusa

Come agire contro le punture di Medusa

L’estate è ormai alle porte. I bagni al mare anche per quest’anno sono ormai realtà. E’ anche vero però che, come tutti gli anni, rimane il problema delle meduse. Farsi il bagno è bello ma c’è sempre la possibilità di essere “punti” dalle meduse. Anche se, più che puntura, si dovrebbe definire irritazione. Comunque, se veniamo punti, che cosa dobbiamo fare?

Ci sono cose da fare e cose che è assolutamente necessario evitare per non rischiare di provocare danni maggiori.

-In primo luogo: MAI mettere sopra la puntura creme e pomate varie. Non sai cosa può succedere a contatto col sole o con la tua pelle.

– Mai usare l’alcool, spesso questo porta le cellula della meduse (nematocisti) ad aprirsi.

– Non utilizzare qualunque tipo di sostanza se non con l’autorizzazione del medico.

– Non utilizzare l’acqua dolce. Lo so che la prima cosa che fai e hai sempre fatto è mettere il braccio sotto la fontanella. Ma l’ustione, a contatto con l’acqua dolce, produce neurotossine che possono danneggiare il tuo sistema nervoso

-Utilizzare invece acqua di mare o comunque acqua salata.

-Non toccare la ferita con pinzette o altri oggetti ma, soprattutto se sono rimasti dei pezzi di tentacolo attaccati, toglierseli con le mani.

– Per disinfettare la ferita usa bicarbonato di sodio e, per far passare il prurito, cloruro d’aluminio (chiedi comunque consiglio ad un medico per questo passaggio)

– Ultima cosa mantenere la calma. Se la medusa è velenosa agitarsi può agevolare la messa in circolo del veleno. Inoltre, se vicino alla riva esci subito. Se in alto mare fate notare la medusa agli altri bagnanti e cercate di raggiungere un canotto,materassino,boa…

 

Detto questo, spero che non ti punga nessuna medusa. Comunque ora sai cosa fare.

Articolo a scopo puramente informativo. Gli autori declinano ogni responsabilità dell'uso corretto o scorretto di questa guida.

Fine