Home / Altro / Come curare i geloni

Come curare i geloni

 

 

Siamo in autunno, ma l’umidità di fa sentire… le temperature si abbassano… e come se nulla fosse, ci ritroviamo in inverno. Con le temperature molto basse e la pelle sensibile, il rischio maggiore è di trovarsi tormentati dai geloni.

I geloni sono fastidiosi e dolorose affezioni che colpiscono le parti del corpo generalmente più soggette a raffreddamento.

Parliamo delle dita delle mani e dei piedi, ma anche delle orecchie o il naso in casi meno diffusi. Il gelone si manifesta esteticamente attraverso l’infiammazione della parte interessata che diventa rossa, prude e brucia.

Le pelle sovrastante il gelone diventa lucida e può essere anche interessata da lacerazione. Le cause dei geloni possono essere diverse, dall’eccessiva esposizione al freddo, a problemi di carattere circolatorio. E anche se i geloni guariscono naturalmente, la sensazione è piuttosto spiacevole.

Innanzitutto è bene cercare di evitare che i geloni si riformino nello stesso posto. Per far ciò è possibile fare della ginnastica muscolare che che possa agevolare l’irrorazione sanguigna alla periferia.

Come fare? Semplicissimo: dovrete immergere la zona colpita per circa 20 secondi in un bagno freddo e poi in uno caldo, ripetendo la procedura circa una ventina di volte.

Se avete della lacerazioni sui geloni è bene lavare la zona con olio tiepido per poter alleviare il dolore. Consigliabile poi utilizzare creme o pomate a base di farmaci corticosteroidi per poter completare la cura.

 

Articolo a scopo puramente informativo. Gli autori declinano ogni responsabilità dell'uso corretto o scorretto di questa guida.

Fine