Home / Altro / Come leggere l’etichetta delle acque minerali

Come leggere l’etichetta delle acque minerali

 

 

 

Pensate che le acque minerali siano tutte uguali? Evidentemente vi sbagliate perché ogni acqua è a suo modo diversa. Per conoscerne tutte le caratteristiche non dovrete fare altro che leggere le etichette che ne riportano con esattezza gli elementi.

Ma è necessario imparare a leggere correttamente le etichette: vediamo come fare. Innanzitutto è necessario imparare a riconoscere il residuo fisso, vale a dire al contenuto dei sali minerali.

Più il valore è elevato, più sali sono disciolti in un litro: il valore si esprime in mg/L che cataloga le acqua in quattro diverse categorie (“minimamente mineralizzata” con residuo fisso inferire a 50 mg/ L, “oligominerale” o “leggermente mineralizzata” con residuo fisso inferiore a 500 mg/ L, “mediominerale” con residuo fisso compreso tra 500 e 1000 mg/ L, “ricca di sali minerali” con residuo fisso superiore a 1.000 mg/L.

 

Il pH indica l’acidità dell’acqua in una una scala che va da 0 (massima acidità) a 14 (massima basicità): il punto intermedio, 7, la neutralità, è dato dall’acqua distillata ad una temperatura di 25°C. Generalmente il pH delle acque minerali naturali è compreso tra 6,5 e 8,0.

La durezza di un’acqua minerale si esprime in gradi francesi (°F) e indica la quantità di calcio e magnesio: più il valore è alto, più l’acqua è considerata calcarea, anche se non esiste un limite per la durezza delle acque minerali.

Attenzione in particolare ai nitrati, molto importanti da considerare soprattutto per l’alimentazione di neonati e bambini. I nitrati sono sostanze che si trovano in concentrazioni minime e non pericolose, ma se assunti in eccesso possono ostruire il trasporto di ossigeno nel sangue.

 

Dovrete controllare i differenti limiti di dosaggio:45 mg/L nelle ordinarie acque minerali, 10 mg/L in quelle destinate all’infanzia. Per i bambini è consigliabile non superare il valore di 25 mg di nitrati per litro.

Articolo a scopo puramente informativo. Gli autori declinano ogni responsabilità dell'uso corretto o scorretto di questa guida.

Fine