Home / Altro / Scuola / Come andare bene in un interrogazione

Come andare bene in un interrogazione

La scuola ormai è iniziata e tutti gli studenti iniziano ad essere alle prese con le prime
interrogazioni… Quest ultime molto probabilmente sono le prove più temute dagli alunni
che trovandosi faccia a faccia con il professore possono provare una certa ansia, molto
maggiore rispetto a quella che si può provare durante un compito scritto.

Proprio quest ultima, l ansia da prestazione, può influire sull impressione che un alunno da
al professore che è portato a pensare che l alunno sia agitato perché non conosce bene l
argomento e quindi influire sulla valutazione finale.

I segni involontari del nostro corpo che lasciano trasparire quest ansia sono diversi e
cambiano da persona a persona, ma i più comuni sono:

• Balbettamenti

• Lunghe pause tra i periodi

• Movimenti ripetuti del corpo

• Toccarsi la faccia
Tutti questi segni sono interpretati dai professori come dimostrazioni di incertezza su un
argomento. Cercare di eliminare questi gesti involontari, può essere molto efficace durante
un interrogazione.

Un altro fattore importante è il tono di voce, infatti i

l fatto di utilizzare un tono di voce
abbastanza alto é interpretato dal professore come segno di sicurezza e quindi di buona
preparazione.

Durante un interrogazione spesso può capitare di non sapere cosa dire e di rimanere in
silenzio per qualche secondo per formulare u
na frase: i professori non apprezzano queste
pause e possono pensare che tu non sia preparato. Un facile trucchetto per evitare questi
buchi di parole è prepararsi preventivamente delle piccole frasi fatte da recitare mente si
riordinano le idee come:

” sebbene ciò non accada”
“continuando il discorso di prima”
Ecc…

Articolo a scopo puramente informativo. Gli autori declinano ogni responsabilità dell'uso corretto o scorretto di questa guida.

Fine