Home / Altro / Scuola / come scrivere un saggio breve, seconda parte

come scrivere un saggio breve, seconda parte

Eccoci tornati con la seconda parte della guida “come scrivere un saggio breve”. 
In quella precedente abbiamo visto l’importanza di effettuare molte ricerche, di valutarle e trarne solo l’indispensabile e di segnarsi tutte le fonti.

Finalmente abbiamo raggruppato una buona quantità di materiale. è ora di organizzarlo e stenderci sopra il nostro saggio.
Per non cadere nel tranello del dimenticarsi questa o quella informazione, organizzatevi il lavoro facendo una scaletta. Frasi brevi che vi serviranno a ricordare l’ordine con cui lo avete pensato.

Se avete il dubbio lecito “da dove inizio”, sappiate che dovete partire semplicemente dai primordi della questione. Qual’è l’informazione più antica che avete reperito, oppure, qual’è quella di maggior impatto che vi ha emozionato?

Durante la stesura del vostro saggio breve dovete far particolarmente attenzione a questi punti:

  • Le informazioni che riportate devono essere certe.
  • Inserire le fonti bibliografiche servono sia a non incorrere in violazione di diritti d’autore, che a dar maggior spessore alle proprie affermazioni. Sottolineare che quel pensiero proviene dal “Signor Rossi”  e non dalla nostra fantasia, sarà sicuramente un punto in più per noi.
  • Attenzione agli errori ortografici, sintattici e concettuali. Rileggete molte e molte volte il vostro testo, spesso qualche parola o lettera è stata mangiata e noi non la vediamo durante la prima lettura.
  • Cercate di rendere ben evidente quando un affermazione proviene da voi o quando invece stiamo citando parole di altri.
  • Create una buona impaginazione, chiara ma immediata. Se richiesto e se accettate, qualche immagine non guasterà il vostro lavoro!

 

Articolo a scopo puramente informativo. Gli autori declinano ogni responsabilità dell'uso corretto o scorretto di questa guida.

Fine