Home / Guide fai-da-te / Casa e Dintorni / Come si fa un’impianto satellitare

Come si fa un’impianto satellitare

La trasmissione dei segnali televisivi ha avuto negli ultimi anni un evoluzione tecnica. Attualmente vengono usati due sistemi: il satellitare e il digitale terrestre. Quello che spiegherò ora è come istallare un antenna satellitare.

I segnali televisivi ricevuti da un impianto satellitare sono trasmessi dai satelliti distanti migliaia di chilometri dal suolo terrestre, in un’orbita geostazionaria. I segnali che si ricevono possono essere in chiaro oppure criptati,; ciò dipende dal gestore televisivo.

I satelliti si localizzano secondo delle coordinate terrestri che vanno da Est a Ovest. Ricordiamo Intesat 701 che si trova a 180° Est e Atlantic Bird 1 situato a 12.5° Ovest.

 Per ricevere il segnale si utilizzano delle apposite antenne puntate sulle coordinate satellitari, che possono essere fisse o motorizzate. Queste ultime permettono una ricerca automatica del satellite. Il segnale ricevuto viene mandato ad un decoder che trasforma il segnale satellitare in segnale televisivo.

 I ricevitori di segnale vengono chiamati antenne paraboliche o semplicemente parabole. Consistono in convertitore LNB (componente attivo) e in una parabola (componete passivo). Il primo ha lo scopo di ricevere il segnale dal satellite amplificarlo e effettuare la conversione di frequenza, chiamata generalmente procedura di conversione di frequenza (cdf). Il secondo, invece, riceve il segnale e lo fa convergere sul LNB, la parabola funzione sia in ricezione, come nel caso del segnale televisivo, e in trasmissione.

 Il miglior segnale televisivo, lo si ha con un corretto puntamento dell’antenna sul satellite più vicino e dal diametro della parabola. Per il puntamento usiamo un misuratore di segnali tv (rossmetro).

Se prendiamo una parabola televisiva il cui diametro è 60 cm, il segnale che riceverà dal satellite sarà abbastanza buono. Però dobbiamo anche contare il fatto che il segnale varia di zona in zona, per cui vengono utilizzate antenne paraboliche in base al luogo in cui viene installata.

Il segnale, tramite un cavo d’antenna, viene portato alla presa tv dell’abitazione, è verrà connessa ad un decoder digitale. Questi, collegato all’apparecchio televisivo, permetterà di far gustare la visione dei programmi di ogni angolo del globo.

 

Articolo a scopo puramente informativo. Gli autori declinano ogni responsabilità dell'uso corretto o scorretto di questa guida.

Fine