Home / Guide fai-da-te / Casa e Dintorni / Come usare l’aglio nell’agricoltura biologica

Come usare l’aglio nell’agricoltura biologica

Come utilizzare l’aglio nell’agricoltura biologica – L’aglio, oltre che essere un valido alleato per svariate ricette culinarie, può essere utilizzato con grandi profitti  anche nell’agricoltura biologica.
Esso svolge una grande azione repellente contro i parassiti e gli insetti. L’aglio è adatto sia per le piante ornamentali che per gli ortaggi.
Forse è proprio per queste sue proprietà che è entrato a far parte anche delle dicerie popolari, secondo le quali l’aglio è in grado di tener lontano le influenze nefaste ed i mitologici vampiri- succhia- sangue.

Per utilizzare l’aglio nell’agricoltura biologica seguite questo semplice procedimento e potrete finalmente fare a meno di tutti quei pesticidi messi in commercio, ma dannosi sia per voi che per la salute del vostro terreno e delle piante.

– Mettete a macerare 100 grammi di bulbi d’aglio di 10 litri d’acqua. 
– Lasciate riposare il tutto per tre giorni in modo che l’acqua assorba tutte le proprietà antibiotiche dell’aglio.
– Una volta pronto, filtratelo e buttate via i bulbi d’aglio. L’acqua è ormai diventata un anti fungino e può essere conservata in frigorifero per un massimo di 10 giorni. (dopo è necessario preparare di nuovo la miscela)
– Ricordatevi comunque che, prima di utilizzarlo, dovete lasciarlo fuori dal frigorifero fino a quando non ha raggiunto la temperatura dell’ambiente circostante.
– Adesso potete travasare parte del liquido in uno spruzzino (anche quelli che si utilizzano al mare) e usarlo direttamente sulle vostre piante ed il terriccio.

Nella prossima guida vedremo invece come coltivare l’aglio in casa. Così oltre che ad avere un’agricoltura biologica, potrete risparmiare anche sull’acquisto dell’aglio.

Articolo a scopo puramente informativo. Gli autori declinano ogni responsabilità dell'uso corretto o scorretto di questa guida.

Fine