Home / Guide fai-da-te / Casa e Dintorni / Come utilizzare il sale. Non solo cibo

Come utilizzare il sale. Non solo cibo

La creatività può davvero arrivare a percorre strane strade. Come posso utilizzare il sale al di fuori della cucina? A cosa può servirmi davvero?
In questa guida percorreremo insieme varie tappe, collocando il sale ora nel gruppo di quegli oggetti utili all’ornamento ora nelle tradizioni popolari del mondo.

  • Il sale, oltre che essere un elemento indispensabile in ogni cucina per insaporire i cibi, può essere usato anche come conservante. Cucinando un cibo e tenendolo a riposo sotto uno strato di sale non solo servirà a dare sapore, ma anche a mantenerlo più a lungo.
  • Può attirare l’umidità. Se avete una stanza molto umida, tendente ad attirare anche la muffa, mettete una ciotola di sale in ognuno dei punti più colpiti dal problema. Non risolverà la questione, ma tirerà certo un aria più pulita.
    Vedrete il sale sciogliersi e riempirsi d’acqua. Segno evidente che il vostro esperimento è riuscito 😉
  • Potete usarlo per creare dei vasetti ornamentali. Con l’utilizzo di gessetti colorati, potrete dipingere il vostro sale di vari colori, creando poi delle onde sfumate all’interno del recipiente in vetro trasparente.
  • Il sale veniva usato nell’antichità come mezzo per tener lontano le energie negative. Quando strusciate e preparate quindi un secchio di acqua bollente, buttateci tre cucchiai di sale, senza detersivo (lo passerete dopo, oppure fatelo prima). Andrete così a fare una bella pulizia energetica.
  • Sempre contro le energie negative, magari abbinando anche la tecnica del sale colorato, potete mettere dei vasetti di sale negli angoli della vostra casa, attireranno i pensieri cattivi.

Articolo a scopo puramente informativo. Gli autori declinano ogni responsabilità dell'uso corretto o scorretto di questa guida.

Fine