Home / Guide fai-da-te / Casa e Dintorni / Ortaggio: coltivare i pomodori

Ortaggio: coltivare i pomodori

Ormai sempre più persone ricorrono alla scelta di piantare frutta e verdura nel proprio giardino per risparmiare qualche soldo e mangiare prodotti di qualità.
Per farlo basta avere a disposizione un pezzo di terra anche piccolo, se avete cani o animali che potrebbero danneggiarlo create una recensione con rete o canne di bambù in modo da tener lontani i vostri amici animali 😉
In questa guida vedremo come coltivare i pomodori. 

  • Vi rallegrerà sapere che siamo nella stagione adatta alla coltivazione del pomodoro (aprile-maggio). Questo frutto non può essere piantato se la temperatura ambientale è al di sotto dei 12 gradi ed i frutti non matureranno sotto i 25 gradi.
  • Il terreno per coltivare il pomodoro deve essere profondo e ben lavorato, all’incirca di almeno 50 cm. I primi arbusti inizieranno a spuntare dopo 15 giorni dalla semina.
  • Sin dai primi giorni di vita di questa pianta è necessario accudirla con molta dedizione. Quando inizieranno a spuntare le prime 3 o 4 foglie bisogna eliminare quelle meno robuste così che la pianta non sia appesantita dal superfluo.
  • è necessario annaffiarla frequentemente, soprattutto nel periodo in cui inizia a regalarci i suoi prelibati frutti.
  • Quando si annaffia bisogna far attenzione a non bagnare le foglie, altrimenti marcirebbero molto più in fretta di quanto si pensi.
  • La raccolta del pomodoro avverrà nei mesi di luglio e settembre. 
  • Una curiosità: il pomodoro odia il tabacco. Se siete fumatori, prima di dedicarvi alla cura della vostra pianta ricordatevi di lavare bene le mani se non volete arrecare danni ai frutti. Il tabacco causa al pomodoro gravi malattie che lo farebbero morire e lo renderebbero non commestibile.

Articolo a scopo puramente informativo. Gli autori declinano ogni responsabilità dell'uso corretto o scorretto di questa guida.

Fine