Home / Guide fai-da-te / Come richiedere la disdetta a Sky

Come richiedere la disdetta a Sky

Se siete abbonati a Sky, la piattaforma satellitare e non siete più interessati all’offerta o semplicemente vi siete stancati di pagare l’abbonamento o di guardare la televisione, allora non vi resta altro che fare la disdetta.

Avete infatti il diritto di rescindere il contratto anche prima della naturale scadenza: come fare? Dovrete innanzitutto cercare un modulo  fac simile che si adatta alla vostra esigenza e in particolare alla vostra modalità di pagamento (RID, bollettino postale etc.).

Nell’oggetto dovrete inserire OGGETTO – Disdetta Abbonamento; poi inserire i vostri dati (nome, cognome, codice fiscale, residenza).

Dovrete allegare al modulo copia del contratto d’abbonamento da voi sottoscritto, del vostro documento d’identità e del codice fiscale. Dovrete poi inviare il tutto a Sky tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all’ufficio amministrativo di Sky  con un preavviso di almeno 30 giorni rispetto alla data di cessazione.

Potrete anche anticipare la disdetta via fax, ma la pratica viene avviata solo nel momento in cui arriva la raccomandata.

Alla data di cessazione,dovrete restituire il decoder (a meno che non sia vostro)e la smart card: dovrete consegnarli a Sky oppure dovrete consegnarli a un rivenditore autorizzato Sky nella vostra zona.

Sappiate che dovrete pagare una penale di 11,44 €, corrispondente ai soli costi di cessazione del contratto.

Se invece avevate aderito a una promozione e decidete di recedere prima del decorso della durata minima stabilita dall’offerta stessa dovrete versare a Sky l’importo dello sconto o al valore della promozione di cui avete beneficiato. In genere il pagamento della penale va effettuato secondo le modalità che avevate scelto per pagare l’abbonamento, RID, bollettino postale, carta di credito.

 

 

Articolo a scopo puramente informativo. Gli autori declinano ogni responsabilità dell'uso corretto o scorretto di questa guida.

Fine