Home / Guide fai-da-te / Come scegliere il panettone

Come scegliere il panettone

 

Anche se il Natale è trascorso e la prossima festa è il Capodanno, sulla tavola degli italiani non manca anche in questi giorni in classico panettone natalizio, simbolo delle feste di fine anno. Le proposte sono innumerevoli, ma come scegliere il panettone, tipico dolce milanese, giusto che abbia le giuste caratteristiche? Ma anno dopo anno la domanda resta sempre la stessa: è meglio acquistare un panettone artigianale o industriale?

La scelta può essere personale, in base ai propri gusti, ma in nostro soccorso arriva anche l’Aduc, l’Associazione Difesa Utenti Consumatori che indica ai cittadini più ignari come scegliere un buon panettone.

La prima regola è imparare a leggere con attenzione l’etichetta: è facile capire che la qualità e il costo dei panettoni deriva soprattutto dagli ingredienti utilizzati. Il panettone, per legge, deve avere riportare fra gli ingredienti farina, latte, uova, zucchero, canditi, uvetta sultanina, sale ed aromi.

Ovviamente potrete trovare molti altri ingredienti che potranno arricchire il panettone, dal miele al cioccolato al limoncello. Ricordate che il panettone dovrebbe contenere burro e non margarina affinché sia più morbido.  Fare attenzione che l’etichetta riporti l’indicazione del lievito naturale per escludere che ci siano additivi chimici aggiunti. Evitate di scegliere panettoni con conservanti.

La pasta interna deve essere di colore giallo, ma piena, la crosta deve essere ben aderente alla pasta, ma senza bruciature. La differenza di presso fra un panettone artigianale e un panettone industriale consiste proprio nella qualità e nella scelta degli ingredienti: il prezzo è diverso e ricordate che magari vale la pena di spendere qualcosa in più se volete gustare un panettone più fragrante.

Articolo a scopo puramente informativo. Gli autori declinano ogni responsabilità dell'uso corretto o scorretto di questa guida.

Fine