Home / Altro / Come realizzare una confettura di mele cotogne

Come realizzare una confettura di mele cotogne

Le mele cotogne nonostante il loro nome  sono un frutto molto gustoso e assolutamente differente dalla classica mela che noi tutti conosciamo e apprezziamo.

La mela cotogna, uno strano connubio tra una pera e una mela, famoso in passato come il frutto simbolo di Venere, appartiene alla famiglia delle Rosacee e alla specie Cydonia Vulgaria.

Ma come è la mela cotogna?

Il frutto si presenta dalla forma tonda e piuttosto grossa, dal colore giallo o verde chiaro, la buccia è caratterizzata da una leggera peluria che scompare progressivamente con la maturazione, mentre la polpa è compatta e piuttosto dura, il gusto acidulo non favorisce il suo consumo fresco, anzi, viene molto utilizzata in cucina.

Il sapore è molto particolare e tende ad fa ‘allappare’ il palato.

La domanda che ci poniamo: le mele cotogne sono adatte per una crostata dolce, da gustare con i formaggi di pasta dura?

Vediamo insieme come realizzare una buona confettura di mele cotogne (1 kg circa):

1 kg di mele cotogne

700 gr di zucchero

1 bustina di vanillina

succo di 1/2 limone non trattato

Vediamo insieme come procedere:

  • Pulite, lavate e tagliate a pezzetti le mele senza sbucciarle.
  • Quindi mettetele in una casseruola con due bicchieri d’acqua e fate cuocere a fuoco medio fino a che si sfaldano.
  • Trasferite la purea ottenuta, in un passaverdure e setacciatela.
  • Riponete la polpa ottenuta di nuovo in pentola, aggiungete lo zucchero, la vanillina e fate cuocere a fuoco lento per 40 minuti circa, mescolando di tanto in tanto. Versate il succo di limone e ultimate la cottura per altri 5 minuti.

Riponetela in un vasetto di vetro ben sterilizzato e conservatela in luogo fresco e asciutto.

Articolo a scopo puramente informativo. Gli autori declinano ogni responsabilità dell'uso corretto o scorretto di questa guida.

Fine