Home / Viaggi / Come Organizzare Alla Perfezione Un Viaggio on-the-road

Come Organizzare Alla Perfezione Un Viaggio on-the-road

Di Clelia Mattara

E’ ancora presto per parlare di vacanze, ma lo sappiamo tutti che ogni momento potrebbe essere quello giusto per poter fuggire dalla routine quotidiana e concedersi una breve vacanza. Un viaggio on-the-road è per questo sempre un’ottima soluzione, soprattutto se si decide all’ultimo e non si prevede di percorrere lunghe distanze. Viaggiare su quattro ruote è anche il miglior modo per scoprire l’Italia, senza contare il fatto che si può rivelare un’esperienza davvero emozionante e profondamente liberatoria. Non vi sono vincoli e ci si sposta quando si vuole e dove si vuole.

 

Certamente un viaggio on-the-road ha il sapore della libertà, facendovi sentire un po’ “cittadini del mondo”, ma non per questo si deve partire senza essere sufficientemente preparati. Vale quindi la pena di prendersi un po’ di tempo e preparare un piano pre-partenza. Cosa è necessario prendere in considerazione?

 

Innanzitutto la macchina. Vi sono alcuni controlli che vi consigliamo di effettuare prima delle partenza, evitandovi di avere spiacevoli sorprese lungo il viaggio. Non è mai divertente rimanere bloccati sul ciglio della strada con l’auto in panne! In primis, quindi, controllate i pneumatici. Accertatevi che le gomme non sia usurate e che siano effettivamente gonfie, questo vi permetterà di guidare più facilmente la vostra macchina e di consumare meno benzina (il che non è per nulla un male!).

 

Nel fare il check-up dell’auto considerate anche l’olio motore. Attenzione però, se dove provvedere alla sua sostituzione, siate certi di usare l’olio giusto o potreste rovinare il motore e intasare i filtri. Seguite quindi quanto riportato nel libretto di manutenzione!

Vi è poi il liquido di raffreddamento, importante nel caso in cui vi troviate imbottigliati in lunghe code con il motore accesso, mettendo sotto sforzo il circuito di raffreddamento. Non dimenticate di verificare l’usura delle pastiglie dei freni, per non rischiare di danneggiare i dischi, lo stato della batteria, dei tergicristalli e del liquido lavavetri (non sottovalutatelo, avere una buona visuale mentre si guida è importantissimo). Infine controllate che non siano trascorsi due anni dall’ultima revisione. Per chi non lo sapesse, viaggiare con l’auto non revisionata vi fa incorrere in una sanzione di 155 euro, più il ritiro della carta di circolazione.

 

Vi suggeriamo però di effettuare il check-up da soli solo se siete esperti. Sarà a nostro avviso, più prudente se vi affidiate a mani esperti, soprattutto se dovete percorre lunghe tratte. Al vostro meccanico di fiducia basterà poco più di un’ora per effettuare i dovuti controlli.

 

All’interno dell’auto, poi, non dovranno mancare: un set di ricambio luci, la ruota di scorta e la borsa degli attrezzi, la quale dovrà contenere almeno: un cric, una pinza, una chiave inglese ed una chiave per lo smontaggio delle ruote). Non dimenticate il giubbotto rifrangente ed il triangolo d’emergenza. Portare con sé anche un kit di pronto soccorso, non è poi una cattiva idea. Acquistarne uno è difficile, lo potete trovare in un qualsiasi supermercato.

 

Per quanto riguarda i documenti, controllate che la vostra patente e l’assicurazione auto non siano scadute. Pena una multa di 155€ per la patente scaduta e ben 779€  con sequestro del veicolo se, invece, non avete rinnovato per tempo la polizza. Infine, se il vostro viaggio prevedere di uscire dai confini italiani accertatevi che il paese in cui vi volete recare non richieda la Carta Verde.

 

Infine, nella sventurata ipotesi sia necessario, partite informati su come possiate usufruire dell’assistenza stradale. Questo tipo di copertura potrebbe essere già prevista dalla vostra assicurazione auto, piuttosto che dalla carta di credito (come ad esempio CartaSì Quattroruote) o poiché soci ACI. Verificate, quindi, di possedere questo tipo di copertura e quali servizi essa comprenda. Informatevi poi di quanto potrebbero costare degli eventuali servizi extra, non coperti.

 

Bene, ora dopo esservi assicurati che la vostra auto sia effettivamente pronta e di avere con voi tutti i documenti, potete pianificare il tragitto! Molte volte è stancante dover rimanere seduti in un spazio ristretto per molte ore. I consigli che troverete qui di seguito vi aiuteranno ad affrontare nel miglior modo il viaggio, soprattutto se con voi ci sono bambini.

 

Una cosa è certa, quando le persone sono affamate tendono ad essere alquanto suscettibili in fatto di umore, specialmente i più piccoli. Degli spuntini veloci sono una pratica soluzione! Un solo accorgimento, soprattutto per i genitori: evitate le merende che contengono molti zuccheri o risveglierete il vichingo che c’è in vostro figlio. Preferite piuttosto della frutta, piccoli panini e biscotti secchi. Così anche per le bevande, è consigliabile scegliere l’acqua ed evitare altri tipi di bevande, in quanto molto spesso non sono altro che concentrati di zuccheri.

 

Non sottovalutate poi i benefici delle soste. Stiracchiarsi un po’ di tanto in tanto aiuta a curare “l’inquietudine da confinamento” in auto. Perciò, cercate di suddividere il vostro tragitto in tratti tollerabili, concedendovi alcune brevi fermate:10/15 minuti sono più che sufficienti.

Durante il viaggio cercate di divertirvi: giochi di memoria, di parole o con associazioni, tutto quello che serve per tenere impegnate le menti dei vostri passeggeri! Prima di partire, poi, preparate una selezione di buona musica: CD e musicassette per i più tradizionali, pennette USB colme di tracce mp3 per i più aggiornati. Se poi siete amanti della tecnologia vi consigliamo di crearvi un account Spotify, collegando il vostro smartphone al sistema audio della vostra auto il gioco sarà fatto: potrete accedere ad una vastissima piattaforma di musica, risparmiando tempo ed accontentando anche i vostri compagni di viaggio dai gusti musicali più difficili.

Ora siete davvero pronti. Allacciate le cinture e non dimenticate di viaggiare senza correre rischi!

 

Clelia Mattara

Articolo a scopo puramente informativo. Gli autori declinano ogni responsabilità dell'uso corretto o scorretto di questa guida.

Fine